Home » Integratori e cosmetici » MIELE DI ACACIA

MIELE DI ACACIA

by Dott. Michele Moggio
miele di acacia

LISTA DEI PRODOTTI A BASE DI MIELE DI ACACIA

SCORRI LA LISTA PER TROVARE IL PRODOTTO A BASE DI MIELE DI ACACIA CHE DESIDERI

MIELE DI ACACIA

Il miele di acacia è un miele monofloreale molto delicato e con aroma leggero, prodotto dalla Robinia pseudoacacia. La Robinia pseudoacacia, denominata più comunemente robinia o acacia, è un albero appartenente alla famiglia delle Fabaceae, originario del Nord America ma poi naturalizzato in tutta Europa.

La composizione del miele di acacia varia in relazione al luogo di origine, per esempio:

  • Miele di acacia spagnolo

40,2% di fruttosio, 26,8% di glucosio, 2,2% di saccarosio

  • Miele di acacia polacco

41,2% di fruttosio, 29,6% di glucosio, <0,5% di saccarosio

  • Miele di acacia indiano (valle del Kashmir)

35,6% di fruttosio, 31,7% di glucosio, 1,33% di saccarosio

Il miele di acacia contiene una particolare sostanza chiamata crisina, un composto naturale antiossidante della classe dei flavoni.

MIELE DI ACACIA: QUALITÀ

La qualità del miele si misura dal contenuto di idrossimetilfurfurale (HMF), una molecola che si forma dalla degradazione degli zuccheri (es. soprattutto dall’ossidazione del fruttosio) presenti nel miele. Nel miele fresco il contenuto di idrossimetilfurfurale è praticamente assente mentre cresce in modo significativo durante il periodo di invecchiamento. La concentrazione di idrossimetilfurfurale non è solo tempo dipendente ma è fortemente legata anche alle caratteristiche del miele e alle condizioni di conservazione. Stress di stoccaggio, contaminazioni microbiche, variazioni di temperatura, sbalzi di umidità sono tutti elementi che favoriscono la formazione di questa sostanza potenzialmente tossica. Il pH del miele gioca un ruolo importantissimo sulla formazione dell’idrossimetilfurfurale, in particolare a pH acidi (4,6) il fruttosio aumenta la sua reattività e favorisce la sintesi di idrossimetilfurfurale.

L’Unione Europea ha stabilito a 40 mg/kg di miele il limite massimo di idrossimetilfurfurale, tuttavia i mieli pregiati non dovrebbero contenerne più di 15 mg/kg. Per quanto riguarda i mieli tropicali il limite massimo è stabilito a 80 mg/kg di miele.

In genere i mieli conservati per 3-6 mesi presentano livelli di idrossimetilfurfurale inferiori ai limiti di legge mentre i mieli di 12-24 mesi hanno indici di idrossimetilfurfurale superiori alle concentrazioni stabilite.

Non è ancora chiara la tossicità dell’idrossimetilfurfurale nell’uomo; si stima che se ne consumino da 4 a 30 mg al giorno, con punte massime di 350 mg, attraverso l’alimentazione. Infatti l’idrossimetilfurfurale non è presente solo nel miele ma lo ritroviamo in alte concentrazioni anche nella frutta secca (>1g/kg), nel caffè tostato (300-2900 mg/kg), nel caffè solubile (fino a 2480 mg/kg), nella birra, nel succo di mela, nelle prugne (1100-2200 mg/kg), nei prodotti contenenti caramello, nei datteri (fino a 1000 mg/kg), nelle passate di pomodoro, nel latte.
Inoltre HMG è presente in tutte le preparazioni casalinghe o industriali che prevedono la lavorazione degli zuccheri (es. cottura, tostatura, bollitura, ecc.). Per esempio, il pane ne contiene da 3,4 mg a 176,1 mg/kg, i biscotti ne contengono 15,6 mg/kg, 20 g di marmellata di prugne contengono circa 24 mg di idrossimetilfurfurale.

Disclaimer e Note Legali
Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale o di un qualsiasi tipo di integratore è necessario consultare il proprio medico.

Michele Moggio

Dott. Michele Moggio
• Farmacista con Master in Naturopatia e Terapie Complementari
• Direttore Scientifico Voxal Corporation

Autore di numerosi articoli e libri, tra cui:
• Trattato di Dermoceutica – Idratazione Cutanea
• Prevenire e Curare secondo Natura

Integratori e Cosmetici
a cura del dott. Michele Moggio

seguici

Copyright @2024  All Right Reserved – Dott. Michele Moggio

Open chat
HAI BISOGNO DI AIUTO?
Salve! Come posso aiutarti?